1. Cos’è?

Avviso è finalizzato al supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio, anche attraverso l’integrazione tra imprese delle filiere culturali, turistiche, sportive, creative e dello spettacolo, e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici”.

Scopo dell’intervento è di perseguir e le seguenti finalità:

  • Promuovere l’artigianato tradizionale;
  • Promuovere altresì l’artigianato religioso;
  • Favorire l’ammodernamento e l’innovazione del Sistema Artigiano;
  • Promuovere la semplificazione ai cittadini e alle famiglie nell’accesso ai servizi forniti dai mestieri artigiani;
  • Sostenere forme di aggregazione tra le imprese artigiane;
  • Favorire gli interventi per potenziare l’identificabilità e la tracciabilità delle lavorazioni artigianali.

L’investimento oggetto dell’agevolazione deve essere realizzato e localizzato nel territorio della Regione Campania.

  1. A chi è rivolto?

Le agevolazioni sono rivolte ai seguenti beneficiari:

  • Micro, Piccole e Medie Imprese Artigiane (MPMI) annotate nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese istituita presso una delle CCIAA presenti sul territorio regionale ai sensi dell’art. 16 della L.R. n.11/2015, al 31/12/2017 ed aventi sede legale ed operativa nel territorio della Regione Campania, anche sotto forma di
  • Aggregazioni di imprese oltre che di Consorzi o Società Consortili di imprese,
  • Reti di Micro, di Piccole e Medie Imprese artigiane (MPMI), per come classificate nell’Allegato I del Regolamento (UE) n. 651/2014, che intendano realizzare un progetto di rete con almeno 2 imprese artigiane presenti.
  1. Interventi ammessi

L’Avviso sostiene la realizzazione di 3 Linee di interventi:

Linea A – PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE IMPRESE ARTIGIANE ARTISTICHE E RELIGIOSE

  • La realizzazione di produzioni tipiche di qualità legate alla creatività, alla manualità, all’arte e alle conoscenze dei territori di elevato valore estetico;
  • L’integrazione verticale con altre imprese delle filiere culturali e turistiche e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici anche con l’utilizzo di soluzioni innovative/ICT;
  • La valorizzazione dei percorsi delle produzioni artistiche, delle botteghe storiche e degli antichi mestieri;
  • Gli interventi per potenziare l’identificabilità e tracciabilità delle produzioni.

Linea B – INNOVAZIONE DELLE IMPRESE ARTIGIANE

  • L’introduzione di processi o di singole fasi di produzione basate sull’utilizzo di tecnologie digitali.
  • L’utilizzo di strumenti/sistemi che impieghino le tecnologie digitali e la progettazione computerizzata.

Linea C – SVILUPPO DI NUOVE TECNOLOGIE PER LA FRUIZIONE DEI SERVIZI DELLE IMPRESE  ARTIGIANE

  • L’utilizzo di tecnologie per garantire l’accesso della clientela ai servizi forniti, anche attraverso nuove modalità di fruizione dei servizi, di comunicazione e di promozione delle attività artigiane;
  • La progettazione e realizzazione di “app” dedicate, di portali, di siti web, di numeri verdi e di ogni altro intervento che comporti l’uso delle più avanzate tecnologie di comunicazione;
  • L’integrazione e aggregazione tra imprese artigiane per facilitare e semplificare la reperibilità dei servizi “full time” a tariffe e prestazioni certe.
  1. Caratteristiche delle Agevolazioni

Le agevolazioni sono concesse tra un minimo di € 25.000,00 e un massimo di € 200.000,00 a copertura del 100% dell’investimento nella forma di:

  • Contributo in conto capitale pari al 40% dell’investimento ammesso;
  • Finanziamento a tasso agevolato pari al 60% dell’investimento ammesso;

 

  1. Spese Ammissibili

Per le Linee di Intervento A e B:

  • Opere murarie ed  assimilate (in misura non superiore al 20% dell’investimento complessivo);
  • Beni materiali nuovi di fabbrica: impianti (generici e specifici);
  • Beni immateriali: Programmi informatici, siti web connessi alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • Servizi e Consulenze specialistiche (in misura non superiore al 20% dell’investimento complessivo);

Per la sola Linea di Intervento C:

  • Beni materiali nuovi di fabbrica: impianti (generici e specifici);
  • Beni immateriali: programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della telecomunicazione (TIC) connessi alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • Servizi e Consulenze specialistiche (in misura non superiore al 60% dell’investimento).
  1. Presentazione delle domande

l soggetti proponenti presenteranno, a pena di esclusione, la domanda di accesso in formato elettronico, accedendo alla piattaforma informatica S.I.D. (Sistema Informativo Dipartimentale) tramite la URL: sid2017.sviluppocampania.it .

La presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni deve avvenire, pena l’invalidità della domanda stessa, mediante il modulo da compilare on line sul suddetto sito. I documenti da firmare digitalmente devono essere in formato PDF ed ottenuti da una trasformazione di un documento testuale.

Le domande possono essere inviate dalle ore 10:00 del giorno: 25/05/2 018.

La fase di presentazione dell’istanza si articola nelle seguenti sotto fasi:

  • I soggetti richiedenti si registrano nell’apposita sezione, raggiungibile d al sito web indicato, reso accessibile entro il 30° giorno dalla pubblicazione dell’Avviso, 26 Marzo 2018;
  • A decorrere dal 45° giorno dalla pubblicazione dell’Avviso, i soggetti richiedenti, regolarmente registrati, compilano la domanda online e allegano la documentazione richiesta;
  • A decorrere dal 60° giorno dalla pubblicazione dell’Avviso, i richiedenti procedono all’invio del modulo e dei relativi allegati, entro e non oltre le ore 18:00 del 25/06/2018.

 

PER CONSULTARE L’AVVISO: AVVISO ARTIGIANATO CAMPANO

PER CONSULTARE LA SINTESI: Sintesi Artigianato Campano per la Valorizzazione del Territorio

 

Per ulteriori informazioni: staff@confapi.napoli.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × tre =