I documenti di regolarità contributiva con termine compreso tra 31 gennaio e 15 aprile conservano validità fino al 15 giugno 2020. Lo ha chiarito l’Inps.

Il decreto Cura Italia proroga i termini di validità del documento unico di regolarità contributiva. I Durc on line che riportano nel campo «scadenza di validità» una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020. È quanto ha comunicato l’Inps in attuazione delle nuove norme del decreto n. 18/2020 che ha previsto all’articolo 103 la sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi con effetti sugli atti amministrativi in scadenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 + due =