L’INPS ha pubblicato i messaggi n. 1373 e n. 1374 e la circolare n. 45, con i quali si forniscono chiarimenti in merito ad alcune disposizioni previste dal DL Cura Italia.

In particolare:

  • Messaggio n. 1373 – Sospensione contributi – quota a carico dei lavoratori dipendenti. Rispetto ai contenuti della precedente circolare n. 37/2020, posto che l’articolo 61, commi 2 e 5, del decreto-legge n. 18/2020 ha esteso quanto previsto dall’articolo 8, comma 1, lett. b), del decreto-legge n. 9/2020 ad una serie di attività che amplia in maniera importante l’originaria delimitazione della disciplina e che lo stesso articolo è espressione del carattere emergenziale e straordinario del nuovo decreto, si afferma che, su indicazione del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, la disposizione dell’art. 8, comma 1, lett. b), del decreto-legge n. 9/2020  deve essere interpretata in modo restrittivo per due ordini di considerazioni:
    • per la sua formulazione letterale pare potersi riferire a tutti i versamenti e, pertanto, non sembrerebbe poter essere derogata in relazione alla circostanza che le trattenute siano già state effettuate dal datore di lavoro;
    • i presupposti della sospensione, estesa ad una platea di destinatari più ampia, nonché le conseguenze e gli impatti sulle condotte di coloro che sono chiamati ad effettuare i versamenti sono stati valutati dal legislatore d’urgenza in modo differente rispetto al momento della stesura dell’articolo 8 del decreto-legge n. 9/2020, essendo in presenza di una situazione epidemiologica molto più grave con inevitabile diminuzione della capacità economica dei singoli.
  • Messaggio n. 1374 – Indicazioni operative in ordine alla gestione delle domande di rateazione dei debiti contributivi in fase amministrativa e della verifica della regolarità contributiva.
  • Circolare n. 45 – Congedo per emergenza COVID-19 in favore dei lavoratori dipendenti del settore privato, dei lavoratori iscritti alla Gestione separata e dei lavoratori autonomi. La circolare fornisce indicazioni operative relative alle disposizioni di legge introdotte dal DL Cura Italia, ed in particolare:
    • articolo 23 – congedo indennizzato per la cura dei minori durante il periodo di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, disposto con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020, per far fronte all’emergenza epidemiologica COVID-19; 
    • articolo 24 – incremento del numero di giorni di permesso retribuiti di cui all’articolo 33, commi 3 e 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, di ulteriori complessive 12 giornate usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − sei =