jQuery(window).on('load', function() { setTimeout(function() { if (jQuery('#find_event_page').length ) { jQuery('.comiseo-daterangepicker-buttonpanel').find('button:nth-child(2)').trigger('click'); } }, 1500); });

Il MiSE, con circolare 8 aprile 2021, n. 117378, attua la misura prevista dal decreto 4 dicembre 2020, diretta a sostenere nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la creazione di micro e piccole imprese competitive, a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile.

SOGGETTI BENEFICIARI

Le agevolazioni sono destinate a:

  • imprese attive da non più di 5 anni (60 mesi) composte, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni o da donne;
  • nuove attività imprenditoriali realizzate da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni o da donne.

Gli incentivi sono diversificati a seconda che le imprese siano attive da:

  • meno di 36 mesi:
  • oltre 36 mesi.

Le agevolazioni sono concesse con procedimento a sportello.

Escluse, invece, le imprese che si occupano:

– della produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all’allegato I del TFUE;

– del settore carboniero relativamente agli aiuti per agevolare la chiusura di miniere di carbone non competitive, di cui alla decisione 2010/787/UE del Consiglio.

SETTORI AMMESSI

– produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione di prodotti agricoli, inclusi quelli afferenti all’innovazione sociale, intesa come produzione di beni che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative;

– fornitura di servizi alle imprese e/o alle persone, ivi compresi quelli afferenti all’innovazione sociale;

– commercio di beni e servizi;

– turismo, incluse le attività turistico-culturali finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché le attività volte al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza.

I programmi di investimento devono essere terminati entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento; la data di ultimazione del programma coincide con quella dell’ultimo titolo di spesa ammissibile esposto.

Ogni domanda di agevolazione deve essere correlata a un solo programma di investimento.

AGEVOLAZIONI CONCESSE

Le agevolazioni assumono la forma di finanziamento agevolato, a tasso zero, della durata massima di dieci anni, e di contributo a fondo perduto, per un importo complessivamente non superiore al 90% della spesa ammissibile.

Per le imprese costituite da non più di 36 mesi, il contributo a fondo perduto è riconosciuto, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, in misura pari al 20% delle spese relative a macchinari, impianti ed attrezzature, programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, brevetti e licenze d’uso.

Per le imprese costituite da non più di 60 mesi, il contributo a fondo perduto è riconosciuto, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, in misura pari al 15% delle spese relative a macchinari, impianti ed attrezzature, programmi informatici, brevetti, licenze e marchi.

In caso di esaurimento delle risorse finanziarie destinate al contributo a fondo perduto, le agevolazioni sono concesse nella sola forma di finanziamento agevolato.

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello, secondo quanto stabilito dall’articolo 5 del decreto legislativo n.123/1998. La data prevista per l’inoltro delle domande di agevolazione è il 19 maggio 2021. Le istanze devono essere compilate esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione nel sito internet del Soggetto gestore www.invitalia.it

Share.

Lascia un commento